Pannelli isolanti acustici

pannelli

I pannelli isolanti acustici svolgono una doppia funzione, isolano le pareti dagli sbalzi termici, quindi hanno la dote di garantire un notevole risparmio energetico e nello stesso tempo offrono anche un isolamento acustico più o meno accentuato secondo il materiale di cui sono composti.

In commercio esistono due grandi tipologie di pannelli: naturali e sintetici.

I primi sono costruiti utilizzando materiali presenti in natura e sono dunque ecologici, mentre i secondi sono composti in tutto o in parte da sostanze chimiche che garantiscono un ottimo isolamento, ma pur non essendo dannose non permettono la perfetta traspirabilità dei muri.

I pannelli in fibra di legno sono indubbiamente ecologici, in quanto sono prodotti utilizzando soltanto materiali di scarto delle segherie e scortecciature. Non contengono alcuna sostanza chimica perché i procedimento per ottenerli è del tutto naturale; il legno viene sminuzzato e poi bollito, speciali presse lo compattano dandogli la forma e in seguito i pannelli vengono essiccati in forni.

Possono avere spessori diversi in base all’uso che se ne vuole fare, per il solo isolamento termico sono sufficienti quelli che misurano dai 7 ai 20 millimetri, per un buon isolamento acustico invece lo spessore deve essere molto maggiore, dai 2 ai 10 centimetri. Sono buoni isolanti e contemporaneamente permettono ai muri di respirare.

I pannelli in lana di vetro possono anch’essi definirsi naturali in quanto vengono prodotti utilizzando sostanze minerali inorganiche presenti in natura, come la sabbia silicea, calce e soda. Il processo di preparazione ha inizio con la fusione, quindi segue il fibraggio per dar luogo a lunghissime fibre di vetro che vengono intrecciate e conglobate tra loro utilizzando delle resine.

Questi sono ottimi pannelli acustici fonoassorbenti e offrono un’ottima traspirabilità perché le fibre mantengono tra loro degli spazi in cui può circolare l’aria, è piuttosto buono l’isolamento termico che offrono, mentre per quel che riguarda quello acustico si limitano ad attutire i rumori limitandone la trasmissione.

Sempre tra i materiali naturali, si possono annoverare i pannelli in cartongesso che sono costituiti, come appunto dice il loro nome, da gesso racchiuso tra cartoni. In commercio ve ne sono di diverse tipologie, quelli fonoassorbenti assicurano un ottimo isolamento acustico e sono particolarmente adatti per sale d’incisione e per altri luoghi che abbiano bisogno di una perfetta insonorizzazione.

I pannelli in polistirene sono molto noti e sono annoverati tra quelli costituiti di materiali artificiali, offrono un buon isolamento termico, ma quello acustico non è perfetto, per questo motivo spesso vengono abbinati a quelli in fibre di legno o in cartongesso.

Il polistirene è invece ottimo se utilizzato in pannelli isolanti del tetto (non appesantisce le strutture) e viene applicato direttamente sulle travi di copertura, oppure assieme a una guaina bituminosa, e sopra di esso vengono poi sistemate le tegole.

Categories: Casa e giardino